Index / Progetto / Press / Mappa creativa / Blog / Contatti



Torna indietro
INTERVISTA VIDEOMAKER

DAVIDE PESCA



 

1 - Cosa fai e come ti definisci?
Io mi occupo di effetti spaciali realizzati “a mano”(horror make up),realizzazione di film e cortometraggi(per lo più horror,, videoclip musicali , documentari, e laboratori cinematografici. Oltre ad  essere  un appassionato viscerale del cinema “in toto” e dell’arte  visionaria, un mi definisco: un regista/effettista e un sognatore nostalgico che adora l’artigianato  che si ispira   agli anni 80 in tutto ciò che fa;. Ecco!! Molto brevemente  questo sono io!!!!

2 - La tua biografia in breve
DAVIDE PESCA nasce a morbegno il 2/8/1981
Fin dalla giovane età colleziona film horror (anche in lingua originale) provenenti da tutto il mondo e recensisce film splatter per diverse riviste specializzate. DAVIDE PESCA impara l’arte di  effettista speciale/horror make up
Dal 2001 realizza  cortometraggi (Tuttora, dopo 40 cortometraggi , un lungometraggio) con tendenze al cinema  anni 80, collabora con tv locali come : camera man e montatore, realizza video clip,documentari,  servizi video /giornalistici per testate locali e diverse    collaborazioni  a film horror indipendenti. DAVIDE ora si divide  tra, lavorare come video maker free lance, laboratori cinematografici ,effettista,scrivere testi per  i  gruppi WITHOUT PUSHIN’UNCLE  e  BLOODY MARKET dove ne è fondatore cantante. e da 3 anni: il suo lavoro piu' impegnativo: un documentario girato in varie parti del mondo  incentrato sulla modifica corporale a 360°; dove si parlerà di tatuaggi, piercing,implant, scar, branding, sospensioni ecc…
 
3 - Quale/i messaggio/i porti?
Io in tutto quello che faccio porto parte di me esponendomi appieno, ma il messaggio e’ sempre diverso, ad esempio posso dire che nei  miei film horror cerco di disgustare e far divertire allo stesso tempo, in tutti i videoclip che realizzo per altri, invece cerco di carpire il messaggio che vuole portare la band in questione e con un mio timbro cerco di trasportarlo in video. Il messaggio credo sia variabile da lavoro in lavoro. L’unica cosa di cui sono sicuro e che non cambia è questa:
adoro l’artigianato e il cinema che fu e quello “al neon” degli anni 80 e apprezzo sempre meno la computer grafica!!! Un film ed un effetto devono essere a mio avviso “visibilmente tangibili”!!! La post produzione  e’ giusto che ci sia, ma a mio avviso non puo’ esistere che un film sia girato per il 10 % e per il 90% realizzato  al computer o blu screen/chroma key . Purtroppo ultimamente di computer grafica  se ne fa terribilmente abuso non capendo piu’ se un film sia bello perche’ e’ creativo o perche’ dietro ci sono dei maghi del tecnicismo grafico.!!|!
per me  un film e’ composto da: concetto, idea, creativita, non solo di tecnicismo nel montaggio.
 
4 - Cosa e' l'arte?
Per me’ e’ semplicemente un modo di esprimersi e di sognare e a volte  di far sognare
5-Quando e come hai cominciato a vederti come un artista?
Quando ho capito che  dovevo far uscire tutte le idee strampalate che bussavano nella mia testa.
Anche se non mi piace definirmi artista, semmai mi definisco artigiano e sognatore  .

5 - Come nasce un idea?che cos'è per te l'ispirazione?
L’idea nasce e basta, non credo ci sia un metodo! Capita che mentre dormo faccio sogni  o incubi e  se me li ricordo, a volte sono spunti per scrivere una canzone o l’ispirazione per i miei film . oppura dal nulla si accende la lampadina e quello e’ l’imput mer mettersi al lavoro sull’idea scaturita.

6 - 3 idee creative che ti piacerebbe fossero venute da te.
In primis: la realizzazione del film: “requiem for a dreams” lo reputo un capolavoro assoluto e chi ha creato il concept di quel film per me’ e’ un genio, se solo mi verrebbe in mente un concept del genere……
Per il resto credo che ognuno deve essere  felice o per lo meno responsabile di quello che fa.
Dare a cesare quel che e’ di cesare!!!  I meriti  devono restare solo e unicamente al proprietario!!
Finche’ avro’ idee creative mie , non credo che sentiro’ mai il bisogno di volere quelle di altri.

8 - In che circostanza ti vengono le migliori idee?
Non c’e’  un momento preciso, anche se le giornate uggiose, piogge e temporali sono i miei momenti congeniali;adoro  il brutto tempoe credo che porti  un’ atmosfera impagabile e a volte lo trovo assai ispiratore . Fosse per me farei piovere tutto l’anno. Odio il caldo e lo trovo assai fastidioso. Infatti non mi piace  girare progetti  d’estate.

9 - Quale è la prova del nove per capire se un'idea è buona o no?
Per quanto riguarda i miei corti,:Se l’idea e’ buona in 5 minuti  io ho gia’ tutto il mio film nella testa dall’inizio alla fine ancora prima di girarlo e di scriverne la sceneggiatura  (con difetti annessi), se l’idea e’ cattiva non  la sviluppo e la butto nel cestino.

10 - In quale occasione hai percepito l'arte in modo quasi "tangibile"?
Quando ho visto il film “ grosso guaio a china town” e quando ho conosciuto  degli idoli come John Carphenter e Clive Barker

11- Come promuovi la tua figura artistica?
Col mio canale su you tube: pescablood

12- Collabori con qualcuno?
Io Cerco sempre collaboratori,e mi e’ capitato varie volte,  ma soprattutto in Valtellina apparte alcuni casi, ho notato tristemente che ognuno pensa al suo…. Apprezzerei molto creare uno staff artistico, quindi se qualcuno volesse, io sono qui…

13-Credi ci siano opportunita'sul nostro territorio per sviluppare e manifestare l'arte in ogni sua forma?
Per me le opportunita’ ci sono ovunque, basta svilupparle

14- Come vedi l'opportunità di un portale per gli artisti del nostro territorio?
Be’ ovviamente sarebbe positivo

15- Credi che il territorio sia provvisto di luoghi dove fare arte?
Ogni posto riserva un che’ di artistico o comunque di predisposizione, anche nella  cantina di una casa si puo’ far arte , . Per fare arte non per forza hai bisogno di un palco o di un mega museo…
 
16- Si puo' valutare un opera artistica?
Si puo’ valutare, ma in maniera soggettiva, non oggettiva. Per me le critiche di esperti devono essere prese come punti di vista del singolo, non come voce del popolo, uguale per valutazioni.
Quello che a me puo’ fare “schifo” alla maggior parte della gente puo’ piacere in maniera assoluta.
Ti faccio un esempio. Ho visitato da poco gli Ufizi A Firenze e dopo aver visto tutti i quadri esposti sono giunto alla conclusione che soprattutto i bambini dipinti sono sproporzionati e hanno un testone assurdo.hehehehehhehehe ovviamente scherzi a parte ,il mio giudizio verra’ considerato bestemmia. Ma quello che  mi e’ arrivato e’ quello . ok. Dopo questo siparietto sugli Ufizi  tragicomico possiamo continuare

17- L'arte è per tutti?
Certo !!! assolutamente si. Chi sono io per vietare qualcosa a qualcuno??

18- L'arte è necessaria? Perché?
Certo la mente e la creativita’ devono viaggiare sempre

19- Quale/i artista/i ammiri? Ti sei sentito influenzato da lui/loro?
Adoro  Clive Barker e john charpenter : il primo e’ un’artista molto “dark” , scrittore, pittore ; insomma: un artista a 360%
Charpenter invece e’ un regista e musicista , in assoluto il mio regista preferito . Entrambi sono due artisti poliedrici e molto visionari, anche se molto diversi tra loro.sicuramente sono stati i due ispiratori principali per cui ho cominciato a fare film

20- Ti sembra giusto che gran parte delle opere che i musei d'arte (ad esempio)esibiscono sono di artisti non più viventi?
Assolutamente no, anche se sono un nostalgico, l’arte continua ad espandersi e merita di essere vista nel passato e nel presente
 
Contatti artista:
pescablood@virgilio.it



gallery